Organi Elettivi

Gli organi che vanno a comporre le cariche elettive dell'Organizzazione sono i seguenti:

  • il Consiglio Direttivo;
  • il Collegio dei Revisori dei Conti;
  • il Collegio dei Probiviri.

Il Consiglio Direttivo della nostra Organizzazione è composto da cinque membri, eletti dall’Assemblea dei soci nella sua riunione ordinaria ed è validamente costituito quando è presente la maggioranza dei componenti aventi diritto di voto. Questo organo ha il compito di gestire il regolare e corretto andamento dell'attività di tutta l'Organizzazione, come da estratto dal vigente Statuto: "L'attività del Consiglio Direttivo si può sommariamente riepilogare con i sottoriporati punti:

  • dura in carica tre anni ed è composto da cinque a sette membri eletti democraticamente dall'Assemblea;
  • le sue riunioni possono essere aperte ai soci, come uditori, salvo che per argomenti riguardanti singole persone;
  • le sue deliberazioni sono assunte a maggioranza di voti, con il metodo del voto palese;
  • in sede di votazione, in caso di parità di voti prevale quello del Presidente o in sua mancanza quello del Vice-Presidente;
  • compie gli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione;
  • sottopone all'approvazione dell'Assemblea il bilancio preventivo ed il rendiconto economico consuntivo;
  • determina il programma di lavoro dell'Organizzazione;
  • accoglie o respinge le domande di iscrizione di aspiranti soci;
  • avvia gli eventuali provvedimenti disciplinari nei confronti dei soci e delibera in merito alla loro sospensione dal servizio attivo fino alla loro esclusione;
  • ratifica i provvedimenti di competenza del Consiglio, adottati dal Presidente per motivi di necessità ed urgenza;
  • recepisce e adotta quanto previsto nelle deliberazioni degli organi amministrativi in materia di volontariato del soccorso;
  • si riuniesce almeno una volta ogni tre mesi e/o ogniqualvolta il Presidente lo ritenga necessario o ne faccia richiesta la maggioranza degli iscritti;
  • le sue riunioni sono convocate dal Presidente con avviso, anche per vie brevi come fax, e-mail, telefono, sms, ai membri con almeno cinque giorni di anticipo;
  • delle sue riunioni viene redatto un verbale a cura del Segretario, successivamente conservato in sede per la visione di tutti i soci."

Il Consiglio Direttivo in carica per il triennio 2013/2015 è quindi così composto:

  • Menean Federico: Presidente;
  • Bertolin Elisa: Vice-Presidente e responsabile servizio civile;
  • Ansermé Edy: Consigliere con funzioni di responsabile delle manifestazioni;
  • Scarpari Gianluca: Consigliere con funzioni di responsabile formazione e aggiornamento;
  • Tripodi Matteo: Consigliere con funzioni di Segretario.

Il Collegio dei Revisori dei Conti è composto dai Signori Scarpari Fabio, Jaccod Michela, Lanziani Michel, ed ha il compito di controllare periodicamente sul corretto operato del tesoriere e del CD in merito alla gestione dei fondi a disposizione dell'Organizzazione. Ogni sei mesi circa inoltre, il collegio si riunisce e prende visione della tenuta dei registri, del conto bancario, ecc. Al momento della redazione del rendiconto consuntivo, alla fine dell'anno, prima di ogni altro organo, il collegio prende visione delle varie voci che vanno a comporre il rendiconto, della relazione di accompagnamento, del bilancio di previsione per l'anno successivo e, in caso di esito favorevole, appone il suo benestare affinché il tutto venga poi sottoposto al visto del consiglio direttivo e successivamente all'assemblea.

I compiti del Collegio dei Revisori dei Conti sono, in sunto, i seguenti:

  • i componenti del Collegio sono chiamati Sindaci, nominati in numero di tre dall'Assemblea, durano in carica tre anni e sono rieleggibili;
  • la carica di Sindaco è incompatibile con quella di membro del Consiglio Direttivo e/o di Probiviro;
  • nella prima riunione utile del Collegio, i componenti eleggono il loro Presidente.

Il Collegio dei Revisori dei Conti deve far fronte ai suddetti adempimenti:

  • può partecipare alle riunioni del Consiglio Direttivo senza diritto di voto;
  • verifica la legittimità delle operazioni contabili del Consiglio Direttivo e dei suoi membri;
  • verfica i rendiconti consuntivo e preventivo annuali prima della loro presentazione all'Assemblea;
  • redige la relazione annuale al rendiconto consuntivo e la presenta all'Assemblea;
  • delle sue riunioni viene redatto un verbale firmato dai membri da conservare in sede a disposizione dei soci.

Il Collegio dei Probiviri nel caso della nostra Organizzazione non è stato eletto. Quest'organo infatti ha il delicato quanto improbo compito di derimere eventuali divergenze che dovessero venirsi a creare tra volontari all'interno dell'organizzazione. Dato quindi che come in ogni piccola o grande comunità che si rispetti, si vengono a creare delle "fazioni" dovute all'amicizia, al buono o meno rapporto creatosi nel corso dei vari servizi fatti insieme e di conseguenza non si potrebbe avere garanzia di trasparenza assoluta nel corso di un eventuale giudizio in merito, si è deciso di non eleggere il Collegio suddetto e di ricorrere, qualora ce ne fosse mai bisogno, a quello della Federazione Regionale. In questa maniera si otterrebbe un risultato sicuramente "superpartes" in quanto quest'ultimo è composto da altri Presidenti di organizzazioni e quindi totalmente estranei alla vita di una singola realtà.

In sunto, comunque, i compiti del Collegio dei Probiviri sono i seguenti, sempre a norma di quanto indicato nel vigente Statuto:

  • è organo di garanzia statutaria, regolamentare e di giurisdizione interna;
  • sono nominati anch'essi dall'Assemblea, in numero di tre;
  • possono essere nominati Probiviri coloro che siano iscritti all'Organizzazione da almeno tre anni; nel caso non vi siano volontari con tale requisito, sono eleggibili quantomeno soci con almeno un anno di iscrizione; - nella prima riunione del Collegio, quest'organo elegge al suo interno il Presidente;
  • i suoi componenti durano in carica tre anni e sono rieleggibili;
  • la carica di Probiviro è incompatibile con quella di membro del Consiglio Direttivo;
  • il Collegio dei Probiviri ha il compito di esaminare controversie tra i soci, tra questi e l'Organizzazione o i suoi organi, tra i membri degli organi e tra gli organi stessi; il lodo arbitrale del Collegio è inapellabile;
  • delle riunioni del Collegio viene redatto un verbale firmato dai membri da conservare in sede a disposizione dei soci.
Joomla templates by a4joomla